martedì 14 gennaio 2014

Ghites - Imago Mortis di Samuel Marolla

 
 
Segnalo sempre volentieri le nuove pubblicazioni dell'amico Samuel Marolla, autore di grande talento, a mio avviso tra i migliori interpreti dell'horror e del weird italico. Stavolta è il turno di una autopubblicazione ebook, il breve romanzo Ghites - Imago Mortis, primo episodio di una nuova serie dedicata all'investigatore Augusto Ghites. Ho già acquistato la mia copia e presto condividerò le mie impressioni di lettura. Samuel, con mentalità USA, pubblica (fin dall'inizio) sia con editori tradizionali e digitali (tra i quali la mia Mezzotints Ebook) che direttamente, sfruttando le opportunità del self publishing, prononendosi dunque al mercato tramite un doppio canale  commerciale, strategia utilizzata ormai da diversi autori del mercato anglosassone. Una piccola notizia in anteprima sull'autore: nella seconda metà del 2014 Mezzotints Ebook pubblicherà un nuovo romanzo di Samuel Marolla. Protagonista, come spesso accade, la sua aliena, apocalittica, deformante Milano. Aspettatevi scintille. Ma ora torniamo subito a questa nuova proposta dell'autore:

Sinossi: Milano, 2013. Augusto Ghites è un medium con un incredibile potere: entra in contatto con gli spiriti dei defunti solo sniffando o fumando le loro ceneri, come se si trattasse di una droga qualsiasi. Questa terribile dote, a metà fra la maledizione e la tossicodipendenza, fa di lui un uomo solitario, malinconico, ostaggio del proprio vizio segreto, e circondato solo da gente morta. Quando un'anziana ex prostituta gli chiede di aiutarla a scoprire l'assassino che nel 1953 uccise diverse sue colleghe, inizia per Ghites la discesa in un girone infernale di cimiteri, ex case chiuse, battone ottuagenarie, circhi malfamati, periferie invase da scorie chimiche e balordi di ogni risma, sullo sfondo di una Milano pre-Expo schizofrenica, spietata, preda degli istinti più bassi e del motto segreto che regola la vita dei suoi cittadini: homo sine pecunia est imago mortis, l'uomo senza denaro è l'immagine della morte.
 
L'ebook è disponibile sulle principali librerie online a € 1,99,  impreziosito dalla splendida illustrazione di copertina realizzata da Diramazioni. Link Amazon. (per il formato mobi) Link Book Republic (per il formato epub)
 
Incipit
Milano, gennaio 2013.
Sulla città il cielo grigio era basso, gonfio, fradicio come uno straccio passato su un pavimento lercio; una mano invisibile lo strizzava e ne veniva giù una pioggia sporca.
Mancavano due ore all'appuntamento, io non avevo nulla di meglio da fare e così mi misi a girare in macchina per un po'. I faraonici complessi residenziali in costruzione, i lavori bloccati da anni per le infiltrazioni della 'ndrangheta o perchè i soldi erano finiti, mi sembravano le rovine di una razza aliena e priva di qualsiasi parvenza di buon gusto che avesse abbandonato in tutta fretta il pianeta prima dell'apocalisse. L'acqua nera gocciolava su alberi morti simili a croci, impiantati oltre i reticolati e il filo spinato, pozzanghere marroni si congiungevano in rivoli gorgoglianti, fabbriche chiuse sulle cui pareti grigie barrivano nella brezza gelata striscioni della Fiom, i comignoli delle case vomitavano fumo nero sulla barriera corallina di antenne satellitari, i bei tetti di tegole rosse della vecchia Milano devastati dalla infestazione di nuove mansarde invendute, con le pareti che sembravano di amianto pitturato color sterco, superai San Vittore e proseguii verso la Darsena, sempre più secca e puzzolente tanto da sembrarmi un titanico cesso rotto abbandonato in un campo, sulle due rive luccicavano i vecchi binari in disuso, mentre giù da via Washington e corso Vercelli le ombre della sera iniziavano già a calare, a infiltrarsi fra i palazzi, stava per tramontare e iniziava la movida, le strade che nel tramonto appena abbozzato andavano riempiendosi di auto che mi incastrarono nel mezzo, cellulari trillavano in continuazione, risate scoppiavano all'improvviso senza che riuscissi a sentire le battute che le avevano generate, i circoli rossi delle sigarette fumate negli abitacoli disegnavano geometrie strane, i neon fluorescenti dei locali lungo i Navigli si accendevano come luci di Natale, l'aria sapeva di ruggine e asfalto bagnato e di elettricità dei cavi frizzanti dei tram, la pioggia continuava a ticchettare sul parabrezza.
Era ancora Milano, che bruci all'inferno, era Milano sotto un temporale e io mi ci ero di nuovo perso dentro, come un vecchio vizio balordo di cui non riesci proprio a fare a meno. (...)
 
L'autore: Samuel Marolla, per la produzione di narrativa di genere, ha pubblicato l'antologia Malarazza (Mondadori Epix, 2009), racconti per le raccolte Archetipi e Carnevale (Edizioni XII, 2009, 2010), l'antologia La Mezzanotte del secolo (Edizioni XII, 2011), il racconto Phobia per la raccolta Onryo - Avatar di Morte (Mondadori Urania, 2012), l'antologia Black Tea and other tales (in inglese, Mezzotints Ebook 2013), e vari titoli autopubblicati, tra i quali Racconti Crudeli, La Janara (in inglese), Il Colosso addormentato, Aspettando la mezzanotte. Samuel Marolla scrive anche sceneggiature per i fumetti Zagor e Dampyr (Sergio Bonelli Editore). Sito Web.
 
 

1 commento:

  1. Adoro Marolla. Acquisto effettuato. Grazie della rece!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...